Torino, gli studenti occupano la residenza universitaria

Pubblicato il 13 Gennaio 2012 18:49 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2012 19:01

TORINO – Gli studenti hanno occupato la residenza universitaria di via Verdi a Torino, dove sono in corso lavori di ristrutturazione, per protestare contro i tagli delle borse di studio. Con loro ci sono anche alcuni giovani antagonisti. Il presidente Edisu, Umberto Trabucco, ritiene l'occupazione inacettabile.

''La residenza e' chiusa per poterla ristrutturare con i finanziamenti ministeriali e regionali legati ad un programma non dilazionabile – spiega Trabucco – questa occupazione se non verra' sospesa subito comportera' il rischio di perdita dei finanziamenti e quindi l'inutilizzabilita' nel futuro di posti letto. Stamani dovevano intervenire dei facchini e dei tecnici per un sopralluogo, ma non e' stato possibile''.

Davide Cavallotto, deputato della Lega Nord, a sua volta parla di ''occupazione abusiva da parte di delinquenti'', mentre Alessandro Ferretti, ricercatore dice: ''Ma cos'altro possono fare questi studenti che rischiano, dopo 2 o 3 anni, di dover lasciare gli studi e a cercare un lavoro che non troveranno? Sono stati rimbalzati tra Regione, Compagnia di San paolo che alla fine non tira fuori un soldo, e altri. Sono disperati. Questa occupazione, che comunque non uccide nessuno, serve ad accendere i riflettori su un problema drammatico''.