Torino, uccide i genitori. Fermato dai carabinieri mentre vaga per strada, confessa gli omicidi

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Luglio 2020 8:19 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2020 8:19
Un uomo a Torino ha ucciso i genitori. Fermato a Collegno

Torino, uccide i genitori. Sorpreso dai carabinieri a vagare per strada confessa gli omicidi (Foto Ansa)

Uccide i genitori a Torino. Poi prende l’auto e scappa a Collegno. Ma viene fermato dai carabinieri mentre vaga per strada con le mani sporche di sangue. 

Ha ucciso i genitori, Pierfrancesco Ferrero e Giuseppina Valetti, nell’appartamento in cui viveva con loro a Torino.

Quindi ha preso la auto, è andato a Collegno, e lì i carabinieri lo hanno trovato vagare in stato confusionale, con le mani sporche di sangue. Portato in caserma, ha confessato il duplice omicidio. 

E’ accaduto nella notte tra lunedì e martedì 14 luglio. L’uomo, un trentenne italiano, avrebbe ammazzato con un coltello da cucina la madre, di 60 anni, e il padre, di 69 anni, nella loro casa in via Biscarra a Mirafiori, quartiere della periferia torinese. 

Il fermo a Collegno

Quindi in macchina ha raggiunto Collegno, Comune della prima cintura di Torino. E qui i carabinieri lo hanno trovato durante un controllo mentre vagava in strada.

Lo hanno fermato e portato alla caserma di Rivoli. Dove l’uomo ha confessato, consentendo il ritrovamento dei due cadaveri. 

Da una prima ricostruzione avrebbe utilizzato contro i genitori alcuni coltelli da cucina. L’uomo è stato a lungo interrogato nella notte, alla presenza del magistrato di turno. (Fonti: Ansa, La Stampa)