Torino, vigilessa aggredita in centro da un passante. “Era talmente violento che stavo per sparare”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 agosto 2018 10:13 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2018 10:13
Torino, vigilessa aggredita in centro da un passante. "Era talmente violento che stavo per sparare"

Torino, vigilessa aggredita in centro da un passante. “Era talmente violento che stavo per sparare” (Foto Ansa)

TORINO –  “Era talmente violento che c’è stato un attimo in cui ho temuto di dover sparare”: così Roberta, vigilessa di Torino, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] racconta l’aggressione subita in centro, in via Roma, sabato 11 agosto.

Lei e una collega erano intervenute per difendere due ragazze infastidite dall’uomo. Ma questi ha reagito e ha colpito duramente Roberta, che è finita al pronto soccorso con il naso rotto.

“In quel momento non so cosa sia avvenuto. Non ricordo dove mi abbia colpita prima. Non ho visto nulla. Mi sembra di avere il vuoto, ha raccontato al Corriere della Sera. Solo alla fine ho sentito qualcosa, penso fosse l’ultimo pugno. Quello per cui sono qui, ridotta così”.

Se non è finita peggio è solo grazie all’intervento di tre passanti, che sono riusciti ad immobilizzare l’aggressore. Poi sono arrivate sette pattuglie della municipale e un’ambulanza.

La agente Roberta, in servizio al comando Mirafiori da 23 anni, di cui 13 passati al Nucleo nomadi, questa volta se l’è vista davvero brutta: “Era talmente violento che c’è stato un attimo in cui ho temuto di dover sparare”, ha confessato al Corriere della Sera. “Siamo abituati a sentirci sempre insultare, ma questa volta non è andata così ed è stato bello rendersene conto”.

La vigilessa non sa chi sia il suo aggressore, ma un’idea se l’è fatta: “Non so chi sia, ma mi è parso, più che un matto, un violento. Anzi, sicuramente un violento, uno di quelli che lo è con le donne”.