Torre Annunziata: Beniamino Romano muore cadendo nel vano ascensore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 febbraio 2014 18:39 | Ultimo aggiornamento: 25 febbraio 2014 18:40

Torre Annunziata: Beniamino Romano muore cadendo nel vano ascensoreTORRE ANNUNZIATA (NAPOLI) – E’ caduto nel vano dell’ascensore ed è morto, ma la dinamica non è ancora stata ricostruita con precisione. Resta avvolta nel mistero la tragica morte di Beniamino Romano, il 75enne deceduto nello stabile di via Vesuvio a Torre Annunziata (Napoli) dove risiedeva con la moglie (la coppia ha due figli).

Proprio l’anziana donna è stata la prima ad accorgersi di quanto era successo, allertando i soccorsi. Solo dopo diverso tempo i vigili del fuoco sono riusciti a recuperare il corpo senza vita dell’uomo, morto con ogni probabilità sul colpo dopo essere precipitato da un altezza di almeno cinque metri.

Il cadavere del 75enne, tecnico di elettrodomestici molto conosciuto anche con il diminutivo di Emilio, è stato trasferito all’obitorio dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia a disposizione delle autorità competenti, che al momento appaiono orientate ad effettuare il solo esame esterno del corpo.

Ancora molti dubbi restano sulla dinamica dell’incidente: in particolare, pare che l’uomo – a differenza di quanto era stato detto in un primo momento – stesse rincasando attorno a mezzogiorno dopo essere sceso a fare la spesa. E qui permangono diversi dubbi: si cerca di capire se l’ascensore – che è stato posto sotto sequestro – sia ripartito una volta arrivato al secondo piano, con Romano che avrebbe perso l’equilibrio cadendo nel vuoto, o se la dinamica sia diversa.