Torre Annunziata: prof non lo fa uscire, lui (13 anni) la picchia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2014 20:27 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2014 20:28
Torre Annunziata: prof non lo fa uscire, lui (13 anni) la picchia

Torre Annunziata: prof non lo fa uscire, lui (13 anni) la picchia (foto Lapresse)

TORRE ANNUNZIATA – La professoressa l’aveva rimproverato e lui l’ha picchiata: lui è un alunno di 13 anni e la scena si è verificata in una scuola di Torre Annunziata, vicino Napoli.

La colpa dell’insegnante, agli occhi dell’alunno, era quella di non avergli concesso la possibilità di uscire dall’aula nell’orario di lezione. È accaduto nell’istituto comprensivo Parini di località Rovigliano.

Alla donna, che si è fatta curare in ospedale, sono stati diagnosticati trauma cranico e alcune contusioni con una prognosi di 5 giorni. Il ragazzo, non imputabile, è stato segnalato dai carabinieri al Tribunale per i minorenni.

Secondo la ricostruzione fornita dalla stessa insegnante, di 40 anni, il ragazzo ha reagito al diniego prima ingiuriandola e poi colpendola con schiaffi e calci. Nel corso dell’aggressione, poi, la donna ha battuto il capo contro una porta.

Il Mattino riporta la testimonianza di altri due insegnanti della zona:

“Siamo sotto assedio di giovani allevati come criminali e con genitori nella migliore delle ipotesi che sono pessimi educatori se non cattivi maestri. Famiglie – attaccano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della Radiazza – che educano questi ragazzini a commettere ogni tipo di reato e violenza spesso definiti giochi anche quando possono uccidere. Oramai senza un intervento decisivo delle istituzioni possiamo solo aspettarci il peggio finché qualche povero innocente non ci lascerà le penne”.