Torre del Greco, Pietro Spineto morto per sbaglio: l’amico 15enne trova pistola e parte un colpo

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 agosto 2015 12:05 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2015 12:11
Torre del Greco, Pietro Spineto morto per sbaglio: l'amico 15enne trova pistola e parte un colpo

Torre del Greco, Pietro Spineto morto per sbaglio: l’amico 15enne trova pistola e parte un colpo

NAPOLI – E’ morto per un incidente Pietro Spineto, il ragazzo di 18 anni raggiunto alla tempia da un proiettile sabato notte a Torre del Greco (Napoli). Nessuna lite, nessun regolamento di conti: Pietro, incensurato, è stato raggiunto da un colpo partito per errore da una pistola che aveva trovato in strada insieme ad un amico.

L’amico, un ragazzino di 15 anni, si è presentato in lacrime al commissariato, accompagnato dalla mamma. Il pm Tedesco, della procura per i minori di Napoli, dopo averlo ascoltato lo ha rimesso in libertà indagandolo per omicidio colposo.

Secondo quanto ricostruito dal racconto del giovane i due amici si erano recati sabato sera, intorno alle 22 in uno stabile in vico Bufale per dare da mangiare ai cani di un conoscente partito per le vacanze e rimasti nel cortile del palazzo. Lì avrebbero trovato una pistola e l’avrebbero raccolta. Mentre il minorenne la teneva in mano, sarebbe partito un colpo per errore, che ha raggiunto il diciottenne centrandolo in pieno, tra l’orecchio e la nuca.

Proprio il colpo di pistola alla nuca aveva fatto temere in un primo momento per un’esecuzione in stile camorra. L’arma non è ancora stata ritrovata. Il minorenne, dopo aver esploso per errore il proiettile l’avrebbe lasciata cadere al suolo ma, quando la polizia è giunta sul posto ha trovato solo il cadavere e non la pistola.