Tortolì (Nuoro), parroco rapinato in casa e pestato a sangue

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Maggio 2020 12:25 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2020 12:26
Tortolì (Nuoro), parroco rapinato in casa e pestato a sangue

Tortolì (Nuoro), parroco rapinato in casa e pestato a sangue (Foto archivio Ansa)

TALANA (NUORO)  –  Un sacerdote di 78 anni, don Vincenzo Pirarba, parroco di Talana (Nuoro), è stato pestato a sangue nella sua casa di Porto Frailis di Tortolì. E’ accaduto la sera di giovedì 7 maggio. 

Da prima ricostruzione dei carabinieri si tratterebbe di un tentativo di rapina culminato con la violenza sul sacerdote: il malvivente avrebbe strappato al sacerdote la collanina con croce che portava al collo.

Soccorso dai medici del 118, il parroco è stato trasportato all’ospedale di Lanusei dove si trova tuttora ricoverato con contusioni multiple e ferite lacero-contuse al volto.

Non appena le sue condizione lo consentiranno, verrà sentito dai militari di Tortolì per fornire i dettagli sull’aggressione.

Sviluppi nelle indagini potrebbero venire dalle immagini delle riprese delle telecamere presenti nelle vicinanze dell’abitazione del sacerdote. 

Nel frattempo si apprendono alcuni dettagli sull’aggressione: il parroco si sarebbe accorto della presenza in casa di un estraneo, che aveva il volto travisato, e nel tentativo di bloccarlo sarebbe stato ripetutamente picchiato, non riuscendo ad avere la meglio sull’aggressore.

Quest’ultimo infatti è riuscito a fuggire con le poche centinaia di euro sottratte all’interno della villetta.(Fonte: Ansa)