Tortona. Michele Garrone uccide sorella Michela a fucilate: lite per l’eredità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 settembre 2014 10:50 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2014 12:38
Tortona. Litiga con la sorella per l'eredità e la uccide a fucilate

Tortona. Litiga con la sorella per l’eredità e la uccide a colpi di fucile

ALESSANDRIA – Una lite l’eredità finita in tragedia. Michele Garrone, 73 anni, ha imbracciato il fucile e ha fatto fuoco contro la sorella Michela, 69 anni, uccidendola. Il dramma si è consumato la mattina del 17 settembre a Tortona, in provincia di Alessandria. L’uomo ha fatto fuoco, poi ha chiamato i carabinieri: “Venite, ho appena giustiziato mia sorella”.

Il movente dell’omicidio sarebbe legato alle continue liti tra i due fratelli per dissidi familiari e legati all’eredità. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo ha visto la sorella che stava uscendo di casa, ha preso il fucile ed è sceso in cortile mentre lei si accingeva a portare l’auto fuori dal garage.

La donna stava chiudendo la porta del garage quando il fratello le ha sparato: due colpi alla schiena, più altri due, anche se i carabinieri non hanno precisato se tutti siano andati a segno.

L’uomo è quindi rientrato in casa, ha posato il fucile su una cassapanca, e ha chiamato i carabinieri: “Venite, ho giustiziato mia sorella”. E’ tornato in cortile e ha atteso.