Delirio traffico, 6 italiani su 10 litigano al volante

Pubblicato il 11 Marzo 2010 14:33 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2010 14:33

Lo stress da traffico è causa di episodi di microconflittualità per 6 italiani su 10. Stare in coda, bloccati nell’auto, ad esempio, scatena quotidianamente la litigiosità e gli scontri verbali nel 61% degli italiani, pronti ad alterarsi, attaccare briga e suonare nervosamente il clacson. D’altronde gli abitanti delle città passano ormai un’ora (o anche più) al giorno incolonnati nel traffico, spostandosi a una velocità media che nel migliore dei casi supera di poco i 25 kmh.

A Roma, ad esempio, il tempo passato al volante è di 74 minuti al giorno, a Napoli e Torino è di 63 e 62 minuti, a Milano un’ora esatta, a Palermo e Genova 58 e 53 minuti. Ridicole le velocità medie: Torino è la città con la mobilità più “fluida” (26 kmh), seguita da Genova (25), Roma (23), Milano (22), Napoli (21), Palermo (20). Questa l’analisi di Legambiente presentata  a Parma nell’ambito della V Conferenza ministeriale ambiente e salute organizzata dai ministeri dell’Ambiente e dalla Salute italiani e dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Europa.

«Incidenti stradali, obesità ma anche piccole conflittualità, stress, rumore e insonnia – ha detto Alberto Fiorillo, responsabile mobilità di Legambiente – minano la nostra salute in città ogni giorno».