Trapianti, dona parte del fegato alla figlioletta di 10 mesi

Pubblicato il 14 luglio 2010 19:57 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2010 20:21

Per la prima volta in Italia è stato effettuato un trapianto di fegato con tecnica mini-invasiva, con il prelievo di parte dell’organo da donatore vivente. La parte di fegato è  stata prelevata da una madre di 20 anni e trapiantata nella figlia di 10 mesi.

Il prelievo è stato eseguito all’Ismett di Palermo da Ugo Boggi, dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa. La piccola porzione di fegato donata dalla madre e’ stata prima sezionata attraverso tre piccole incisioni di circa un centimetro ed una quarta di 5 millimetri; quindi è stata estratta praticando un’incisione di circa sette centimetri sopra il pube, simile a quella usata per il parto cesareo. Oltre al vantaggio estetico, osservano gli esperti, questo trapianto ”dolce” riduce dolore, tempi di ricovero e rischio di complicanze. La parte di fegato prelevata e’ stata poi trapiantata nella bimba dall’equipe dell’Ismett. Una nota dell’Aoup pisana spiega che la bimba era affetta dalla nascita da una malattia colestatica che era giunta alla fase terminale. L’intervento e’ riuscito perfettamente sia per la madre sia per la bimba.(ANSA).