Trappole anti-bikers in Val di Susa: trovato fil di ferro ad altezza uomo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 aprile 2018 12:13 | Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2018 12:13
Trappole anti-bikers in Val di Susa: trovato fil di ferro ad altezza uomo

Trappole anti-bikers in Val di Susa: trovato fil di ferro ad altezza uomo

ROMA – Potevano far male fino ad uccidere, vittime designate ciclisti e amanti di mountain bike che con la bella stagione si avventurano su due ruote per i sentieri della Val di Susa.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Trappole anti bikers, ci risiamo: un fil di ferro montato fra due alberi ad altezza uomo è stato scoperto da volontari e amatori che si erano dati appuntamento domenica per pulire i sentieri che portano al Moncuni, tra Avigliana, Reano e Trana, nel Torinese.

“Una ghigliottina se qualcuno fosse passato su quel sentiero”, ha raccontato uno di loro alla stampa. E non è la prima volta, qualcuno odia i ciclisti e per qualche motivo vuole impedirne il passaggio. L’anno scorso, in borgata Sada, chiodi piantati sul terreno avevano mandato all’ospedale qualche escursionista.

I volontari Aib lo hanno rimosso ma resta il problema delle trappole messe di proposito da chi vuole disincentivare il passaggio nei boschi degli sportivi che li frequentano pedalando, una battaglia rischiosa che ha già fatto, in passato, diversi feriti. La collina all’imbocco della Val di Susa non è l’unica zona presa di mira. Altre trappole erano state trovate a Moncalieri e Torino. (Carlotta Rocci, Repubblica)