Cronaca Italia

Tre rapine in un anno, Poste Italiane risarcirà impiegata traumatizzata

Tre rapine in un anno, Poste Italiane risarcirà impiegata traumatizzata

Tre rapine in un anno, Poste Italiane risarcirà impiegata traumatizzata

RAVENNA – Subì tre rapine in un anno all’ufficio postale in cui lavorava, a Ponte Nuovo (Ravenna): Poste Italiane dovrà risarcire l’impiegata.

Quelle rapine le avevano provocato tanto spavento da farla soffrire di una patologia psichica che la costrinse a prepensionarsi e a chiedere un indennizzo all’Inail, che però le concesse solo 4mila euro. Troppo poco per la donna, che decise di rivolgersi al giudice del lavoro, citando in giudizio le Poste. Che oggi, per decisione del tribunale del lavoro, dovranno risarcirle 87mila euro.

Dalle testimonianze sono emerse la violenza dei rapinatori nei confronti dell’impiegata: intimorita con minacce, con armi da fuoco e da taglio puntate alla gola o alla testa.

Nell’ufficio, una volta blindato, dal 2000 l’unico sistema antirapina è un pulsante di allarme sotto il bancone, oltre alla cassaforte temporizzata. Per il giudice è

“inammissibile che fossero i dipendenti a doversi proteggere da sé effettuando sopralluoghi, evitando di rimanere da soli, scrutando le intenzioni dei clienti, ispezionando l’esterno”.

To Top