Treni a rischio (dopo il machete): le linee che, senza agenti, saranno soppresse

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Giugno 2015 14:18 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2015 13:11
Treni a rischio (dopo il machete): le linee che, senza agenti, saranno soppresse

Treni a rischio

ROMA – Treni a rischio (dopo il machete): le linee che, senza agenti, saranno soppresse. Dal prossimo 26 giugno le corse del mattino o della tarda sera tra Toscana, Piemonte, Lazio, Liguria e Campania potranno essere cancellate se i capitreno non avranno il supporto delle forze dell’ordine. La novità nell’accordo firmato ieri tra i sindacati e Ferrovie. L’aggressione a colpi di machete occorsa al capotreno di Trenord a Milano è stata solo l’ultima e più drammatica di una serie che ha convinto Ferrovie e sindacati a prendere misure eccezionali, tra cui la soppressione di alcune linee. Gerardo Adinolfi su Repubblica segnala le tratte più a rischio.

Sono soprattuto corse del mattino, verso la costa o le località di mare, o della tarda serata di rientro nei capoluoghi come Firenze, Venezia e Torino. Così si scopre che in Toscana il viaggio “più a rischio” è sul treno Firenze Santa Maria Novella-Arezzo delle 7.08 tra Campo di Marte e San Giovanni Valdarno, dalle 7.14 alle 7,57. Ma anche sul Firenze-Viareggio delle 7.53, soprattutto tra San Miniato e Viareggio. Un’ora, dalle 8.34 alle 9.34, in cui i controllori possono diventare, facilmente, bersaglio di passeggeri violenti.  Nel Lazio, tra i treni più a rischio, c’è invece il Nettuno-Roma Termini delle 6.58 e il ritorno delle 17.42. In Campania il Napoli Centrale-Roma Termini delle 6.22 e il Sapri-Napoli Centrale delle 12.55. Poi ce ne sono 3 in Piemonte, due in Veneto, tre in Liguria e uno in Emila Romagna, il Piacenza-Ancona delle 18.52. (Gerardo Adinolfi, La Repubblica).

 

Treni a rischio (dopo il machete): le linee che, senza agenti, saranno soppresse 01

L’elenco dei treni a rischio

5 x 1000