Treno deragliato a Milano, che è successo? Lo scambio ha funzionato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 gennaio 2018 11:11 | Ultimo aggiornamento: 25 gennaio 2018 11:46
treno deraglia milano trenord

Il treno deragliato alle porte di Milano (foto Ansa)

ROMA – Tecnici di Rete Ferroviaria Italiana, dopo una verifica della rete infrastrutturale nell’area del deragliamento del treno regionale Trenord 10452, hanno escluso la prima ipotesi del disastro, ovvero il malfunzionamento degli scambi della stazione di Pioltello.

Al contrario, è risultato che i sistemi di sicurezza della rete hanno funzionato: i sensori posizionati sugli scambi hanno rilevato il passaggio anomalo di alcune vetture del treno ed hanno disposto a “via impedita” tutti i sistemi di segnalamento, bloccando di fatto la circolazione nell’area.

I soccorritori hanno comunicato che il bilancio dell’incidente ferroviario è di quattro morti accertati e cinque feriti gravi. I feriti sono stati trasportati in codice rosso in diversi ospedali.

Il treno regionale di Trenord, il 10452 partito da Cremona alle 5.32 e diretto a Milano Porta Garibaldi, è deragliato all’altezza di Seggiano di Pioltello alle 6:57. Il convoglio era composto da sei vagoni, e sono state le vetture centrali ad uscire dai binari, accartocciandosi.

Procura di Milano apre inchiesta: ipotesi disastro ferroviario colposo

La Procura di Milano ha aperto una inchiesta con l’ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo sull’incidente che si è verificato stamani a Seggiano di Pioltello, dove due vagoni di un convoglio regionale carico di pendolari sono deragliati.

Del caso se ne è occupato subito in prima battuta il pm di turno Stefano Civardi e l’inchiesta ora è in mano al procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, che da quanto si è saputo, la sta assegnando ai pm Maura Ripamonti e Leonardo Lesti. Da quanto si è appreso, la polizia giudiziaria quando ha segnalato il deragliamento alla procura ha parlato subito di un problema che si sarebbe verificato poco prima del deragliamento, probabilmente un chilometro prima. Si sta verificando l’ipotesi di un guasto o di un errore negli scambi.

La procura prima di effettuare iscrizioni nel registro degli indagati dovrà avere un quadro più preciso sulle cause del deragliamento e sulle figure eventualmente coinvolte. Il treno è della società Trenord mentre dei binari è responsabile la Rete Ferroviaria Italia.

La diretta live di Repubblica.it