Treno deragliato a Pioltello, passeggero: “C’era chi scattava le foto invece di aiutare”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 gennaio 2018 10:43 | Ultimo aggiornamento: 27 gennaio 2018 10:43
treno deragliato pioltello passeggero

L’incidente ferroviario a Pioltello

ROMA – Davide Bassani, 31 anni, intervistato da il quotidiano Il Giorno ha raccontato quei drammatici minuti sul treno regionale Trenord 10452 deragliato giovedì all’alba e si dice “profondamente sconvolto per quello che ha visto”.

“Come ogni mattina, ero salito a Casalbuttano, due fermate dopo Cremona, alle 5:48. Prima di Pioltello ho sentito delle vibrazioni. Poi è arrivata una frenata improvvisa. Quando siamo scesi, dopo 20 minuti, c’era la terza carrozza tutta accartocciata come una lattina, feriti e sangue dappertutto”.

Ma l’immagine terribile è un’altra: “Ho visto un uomo farsi largo tra il soffitto di lamiere – ha detto a Il Giorno -. Non lo dimenticherò mai. Ho visto dei passeggeri che, invece che cercare di dare una mano a chi stava male e chiedeva un aiuto, erano presi a scattare le foto della terza carrozza, la più malandata. Fotografavano con il cellulare la morte come se fosse uno spettacolo da postare sui social. Che vergogna. Che umanità è quella che dimentica il rispetto per le vittime?”.