Trenord, lo sfogo antirazzista del capotreno: “Protestate se faccio multa a bianco, festeggiate se la faccio a un nero”

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 maggio 2019 19:46 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2019 22:03
capotreno marco crudo

Capotreno Trenord, sfogo antirazzista su Fb: “Protestate se faccio multa a bianco, festeggiate se la faccio a un nero”

ROMA – “Mi sono rotto i c*****i per tutti i razzisti di m***a che trovo tutti i giorni sui treni. Io faccio il capotreno per il trasporto regionale in Lombardia. Mi capita ogni giorno la stessa identica situazione. Tutte le volte che multo una persona che parla italiano si alzano cori di avvocati difensori a dire ‘Ma gli extracomunitari li fate viaggiare gratis'”.

A raccontarlo in un video postato su Facebook è Marco Crudo, un capotreno di Trenord in servizio da 15 anni. Crudo continua parlando del clima d’odio che si respira, ormai ogni giorno, in Italia: “Se faccio la multa a un nero, allora i passeggeri festeggiano e mi vengono a stringere la mano. Ma io non guardo il passaporto nè il colore della pelle. Diciamo basta al razzismo”  (per vedere il video copia questo https://www.facebook.com/marco.crudo83). 

“È arrivato il momento di dissociarsi con forza – continua ancora Crudo – ogni volta che vedete un comportamento razzista, alzate la testa e dite “Tu non ti devi permettere'”.

Una capotreno di Trenord, nell’agosto del 2018 era stata protagonista di un episodio diametricalmente opposto. La donna aveva annunciato attraverso l’altoparlante la seguente frase: “I passeggeri sono pregati di non dare monete ai molestatori. Scendete perché avete rotto. E nemmeno agli zingari: scendete alla prossima fermata, perché avete rotto i c…”.   La donna era stata sospesa dal suo impiego in Trenord per essere poi riammessa a lavoro.

 

Fonte: Facebook