Pergine (Trentino). Gioco con coniglio per raccolta fondi in parrocchia: denunciati da Legambiente per maltrattamenti

Pubblicato il 19 agosto 2010 13:40 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2010 14:18

Un coniglio viene lasciato correre in uno spazio dove ci sono una serie di gabbiette e vince chi indovina in quale l’animale deciderà di fermarsi. Il gioco è fruttato a una parrocchia trentina, di Pergine, una segnalazione ai vigili da parte della presidente di Legambiente del Trentino, Maddalena Di Tolla, e la polizia municipale ha girato la faccenda alla Procura, per valutare se si configuri il maltrattamento.

Amaro il commento del parroco don Remo: ”Ci dovrebbe essere il senso delle proporzioni in qualunque cosa”. La presidente di Legambiente invece, come riportato dai quotidiani locali, è convinta che a quell’ora il coniglio dovesse dormire, perché erano le 22, e ne ha pure chiesta conferma a un veterinario.

Voleva inoltre suggerire che il gioco non era educativo. Fatto è che una serata in parrocchia per raccogliere fondi per l’oratorio, guardando correre un piccolo coniglio, ha creato grattacapi al parroco, anche se sembra che sul piano giudiziario non ci siano estremi per procedere.