Trentola Ducenta: famiglia Verde sterminata in casa. Lite tra vicini per furgone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 luglio 2015 11:24 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2015 8:32
Trentola Ducenta: padre, madre e figlio trovati morti in casa

Trentola Ducenta: padre, madre e figlio trovati morti in casa (foto di repertorio Ansa)

TRENTOLA DUCENTA (CASERTA) – Tragedia in Campania: tre persone, padre, madre e figlio, sono stati trovati uccisi in un’abitazione di Trentola Ducenta (in provincia di Caserta). Dopo una lite per un furgone: il killer, scrive l’Ansa, è sceso di casa e ha iniziato a litigare con i vicini per un furgoncino parcheggiato dove secondo lui non doveva stare. È poi salito in casa, ha preso la pistola d’ordinanza, si è recato dai vicini, padre, madre e figlio, e ha fatto fuoco uccidendoli. La fidanzata del giovane figlio dei vicini si è salvata perché non era nell’appartamento, ma al piano di sopra del palazzo, al momento della sparatoria.

Una volta in strada l’agente penitenziario ha ferito mortalmente il conducente del furgone, che conteneva cassette con la frutta, ed aveva provato a fuggire. Sembra, aggiunge l’Ansa, che proprio il parcheggio del furgone fosse una costante causa di litigio tra l’agente penitenziario e le vittime. Ci sarebbe un altro morto, anche se non si sa ancora di chi si tratti. In un primo momento era stata diffusa la notizia di un ferito grave (probabilmente un vicino). Secondo quanto scrive Aldo Balestra sul Mattino a sparare sarebbe stato un agente di polizia penitenziaria.