Treviso, due cugini morti di infarto a poche ore di distanza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 dicembre 2018 7:37 | Ultimo aggiornamento: 21 dicembre 2018 23:47
treviso cugini infarto

Treviso, due cugini morti di infarto a poche ore di distanza

TREVISO – Nel giro di poche ore due cugini sono morti stroncati da un infarto. Il doppio dramma per due famiglie residenti nella provincia di Treviso si è consumato mercoledì 19 dicembre. I due uomini vivevano a Semonzo e Borso.

Secondo quanto si legge su Il Giornale di Vicenza, che ha riportato la notizia, i due cugini sono deceduti in luoghi e momenti diversi, entrambi colpiti da un attacco cardiaco che non ha lasciato loro scampo. Si chiamavano Oscar Andriollo, di 67 anni, e Daniele Lunardon, 70.

Il primo a sentirsi male è stato Andriollo, pensionato residente a Semonzo. Intorno alle 10 del mattino l’uomo è partito per il Monte Grappa insieme a un cugino per fare una passeggiata. Secondo quanto ricostruisce il quotidiano, i due uomini erano arrivati a circa 1200 metri di altezza, nel territorio montano di Borso al confine con Romano d’Ezzelino, quando il 67enne si è sentito male e si è accasciato al suolo. L’uomo è stato soccorso dai medici del Suem di Crespano del Grappa ma purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare. Inutili gli sforzi dei soccorritori. Sul posto era stato inviato anche l’elicottero del Suem di Treviso che è però rientrato alla base senza atterrare.

Qualche ora più tardi, intorno alle 13, è morto l’altro cugino, Lunardon, che si trovava nella sua casa di Borso quando si è sentito male. Ancora non sapeva nulla della morte del cugino Oscar. A trovare il corpo senza vita del 70enne è stato il nipote, che stava cercando di contattarlo da un’ora e che non ricevendo risposta ha deciso di andare a controllare a casa. Inutili, anche in questo caso, i tentativi del Suem di rianimare l’uomo.