Treviso, abbandona marito e tre figli per seguire in Brasile il santone “fratello di Gesù”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 febbraio 2018 11:47 | Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2018 11:47
Fuga in Brasile col santone della madre trevigiana con tre figli

Treviso, abbandona marito e tre figli per seguire in Brasile il santone “fratello di Gesù”

ROMA – Quella di Andrea, un quarantenne di Crocetta in provincia di Treviso, è una vera e propria via crucis: la moglie lo ha abbandonato insieme ai suoi tre figli per scappare in Brasile al seguito di Riccardo Piccolo, santone italo-brasiliano, meglio noto come Angelo Samuel e che rivendica per sé l’attribuzione di “fratello di Gesù”. In più l’Erario lo bracca per le spese legali non sostenute, spese legali per i reati della moglie Tiziana C., che si è sottratta all’obbligo morale di curarsi dei figli.

L’incubo è cominciato una decina di anni fa: lui e la moglie, insieme a una quarantina di seguaci, fuoriuscirono dalla comunità locale di Testimoni di Geova. “Per farci coraggio abbiamo iniziato a incontrarci a Crocetta conoscendo Riccardo Piccolo, padre brasiliano, madre italiana. Quando ha detto d’essere il fratello di Gesù molti se ne sono andati. Siamo rimaste 5/6 coppie. Ma alcune donne, tra le quali la mia ex moglie che all’epoca era incinta, hanno iniziato a venerarlo come un dio”.

Andrea non è stato l’unico a dare battaglia e a portare Piccolo davanti ai giudici. Inutilmente. «Le leggi sulle psico-sette in Italia – ha detto l’avvocato Brunetta, dovente universitario che si occupa delle allucinazioni collettive – sono poco chiare. E il giudice ha concluso pronunciandosi sull’assenza di reati». (Roberto Ortolan, Il Messaggero)

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other