Treviso, pusher ruba pistola alla agente della Finanza. Salvini: “Tolleranza zero”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 aprile 2019 14:31 | Ultimo aggiornamento: 30 aprile 2019 14:31
Treviso, pusher ruba pistola e tenta di sparare ad agenti Finanza

Treviso, pusher ruba pistola alla agente della Finanza. Salvini: “Tolleranza zero”

TREVISO – Ha rubato la pistola a una agente della Guardia di Finanza e le ha cercato di spararle nel reparto dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, ma è stata subito fermata. Una pusher nigeriana di 31 anni è stata arrestata e il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha dato la notizia dell’episodio accaduto la mattina del 30 aprile a Treviso, sottolineando che da ora ci sarà “tolleranza zero”.

Secondo la ricostruzione di Salvini in un posto pubblicato su Facebook, la donna nigeriana era un corriere della droga ed era stata portata in ospedale dai militari della Guardia di Finanza perché sospettata di occultare nell’intestino alcuni ovuli di sostanze stupefacenti, forse cocaina. Proprio mentre si trovava nel reparto di medicina, la donna ha afferrato la pistola d’ordinanza di una agente e ha tentato di fare fuoco contro di lei.

La pistola però aveva la sicura messa e la nigeriana è stata bloccata dai militari presenti prima che riuscisse a toglierla e a tentare di sparare di nuovo. Salvini su Facebook scrive: “Una nigeriana 31enne, controllata dalla Guardia di Finanza a Treviso, è stata scoperta con parecchi ovuli in pancia. Non contenta, ha aggredito una militare delle Fiamme Gialle sottraendole l’arma d’ordinanza e cercando di fare fuoco. Non ha sparato solo perché non è riuscita a togliere la sicura. Nel 2016 la nigeriana aveva ricevuto il diniego della protezione internazionale. Piena solidarietà alle Forze dell’Ordine, tolleranza zero per i delinquenti che portano droga nelle nostre strade e aggrediscono chi si occupa della nostra sicurezza”.