Oderzo, Treviso. Bimba annegata, revocato l’arresto della madre

Pubblicato il 22 Marzo 2010 16:32 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2010 16:33

Simone Moreira

È accusata della morte della figlia di 2 anni e mezzo, ma è uscita dal carcere “Baldenich” di Belluno, dove si trovava dal settembre scorso.  Simone Moreira, la mamma brasiliana arrestata per aver gettato la piccola Giuliana, il 2 settembre dello scorso anno nel fiume Monticano a Oderzo (Treviso), è già ospite di una famiglia della zona.

Moreira, che ha appreso della decisione del tribunale del riesame di Venezia di revocare l’ordinanza di custodia cautelare in carcere alle 13, è stata raggiunta da una coppia di coniugi di Belluno che già nei mesi scorsi avevano ospitato la madre della donna che era giunta dal Brasile, i quali l’hanno subito accompagnata nella loro abitazione.

La madre di Simone Moreira tornerà fra pochi giorni in Italia per unirsi alla figlia. Nel frattempo, ha spiegato Alvise Tommaseo Ponzetta, legale assieme all’avvocato Antonio Forza della donna, è stato ritrovato il passaporto della sua assistita all’interno di un’abitazione di Quinto di Treviso dove la giovane si era trasferita dopo la separazione dal marito.

Il documento, tuttavia, d’intesa con la stessa cliente, sarà trattenuto dal legale per escludere il rischio di fuga e rasserenare i rapporti con la procura di Treviso che, per questo motivo, aveva chiesto la restrizione dell’indagata in carcere. La famiglia di Belluno ospitante non ha creato attorno alla giovane brasiliana una sorta di “cortina” impedendo contatti con gli organi d’informazione.