Treviso: uomo si suicida dandosi fuoco. Non era riuscito a superare un esaurimento nervoso

Pubblicato il 14 maggio 2010 10:04 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2010 10:04

Un'ambulanza del 118

Sembra esserci un brutto esaurimento nervoso dietro il suicidio di Giancarlo Canavese. L’uomo, un commerciante di materiali edili di 68 anni, si è cosparso di liquido infiammabile e poi si è dato fuoco, trasformandosi in una torcia umana. È morto poco dopo. Sposato e padre di tre figli, Canavese ha deciso di suicidarsi intorno alle 10 di questa mattina, vicino a una rivendita di pneumatici lungo la strada regionale Postumia a Oderzo, nel trevigiano.

I medici e gli operatori di un’ambulanza di passaggio hanno subito tentato di soccorrere l’uomo. Ma per lui non c’è stato niente da fare. È infatti morto poco dopo l’intervento dell’elicottero chiamato dagli operatori del 118.