Tricase, paura in ospedale: marocchino prende in ostaggio la moglie che aveva appena partorito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Agosto 2019 18:06 | Ultimo aggiornamento: 31 Agosto 2019 18:29
Tricase, paura in ospedale: marocchino prende in ostaggio la moglie che aveva appena partorito

Una volante dei carabinieri (foto ANSA)

LECCE – Momenti di tensione questa mattina all’ospedale Panìco di Tricase dove un uomo di 36 anni ha bloccato e minacciato sua moglie, una donna di 41 anni di Maglie, che due giorni prima aveva partorito un bambino, puntandole alla gola un coltello da cucina dalla lama di 15 cm.

Sul posto sono giunti carabinieri che hanno cercato di calmare l’uomo, di origine marocchina, riportandolo alla ragione. Dopo una lunga opera di mediazione sul balcone della stanza del reparto di ostetricia al quanto piano del nosocomio, sembrava che l’uomo, che per motivi legati a dissidi familiari minacciava di gettare la donna dal balcone, si fosse calmato e ha anche consegnato il coltello, ma ha poi nuovamente aggredito la donna afferrandola per la gola.

I carabinieri sono quindi riusciti ad immobilizzarlo e ad ammanettarlo. E’ stato arrestato con l’accusa di sequestro di persona aggravato, minaccia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. (fonte ANSA)