Trieste, esplosione in villetta: Dario Terzoni morto. Nel garage teneva residuati bellici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 marzo 2018 14:26 | Ultimo aggiornamento: 16 marzo 2018 14:31
Dario Terzoni morto esplosione villetta a Trieste

Trieste, esplosione in villetta: Dario Terzoni morto. Nel garage teneva residuati bellici

TRIESTE – Una violenta esplosione è avvenuta la mattina del 16 marzo in una villetta a Trebiciano, quartiere di Trieste, e il padrone di casa Dario Terzoni ha perso la vita.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

La deflagrazione è avvenuta nel garage della villetta, dove Terzoni custodiva dei residuati bellici e anche alcune bombole di gas. Nella casa l’uomo, che ha circa 50 anni ed era un impiegato amministrativo, tecnico e ausiliario (Ata), e fino allo scorso anno aveva lavorato nella scuola slovena “Pinko Tomazic” di Trebiciano. L’uomo viveva nella villetta insieme alla sua famiglia e al cane, che è fuggito nel bosco dopo l’esplosione, ma era solo in casa al momento dell’esplosione.

I vigili del fuoco sono arrivati sul posto e hanno domato il principio di incendio innescato dalla deflagrazione. La porta del garage, in cui hanno accertato la presenza di residuati bellici, era distrutta e il corpo di Terzoni era completamente carbonizzato. Oltre ai vigili del fuoco, sul posto sono arrivati anche gli artificieri della polizia e gli agenti del commissariato. L’edificio è stato dichiarato inagibile e interdetto anche al sopralluogo del magistrato per via del forte calore che ancora emana e l’ispezione per accertare le cause dell’esplosione è stata rinviata al 17 marzo.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other