Trieste, aereo travolto da uno stormo di uccelli costretto al rientro poco dopo il decollo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2018 17:29 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2018 17:29
Trieste, aereo travolto da uno stormo di uccelli costretto al rientro poco dopo il decollo (foto d'archivio Ansa)

Trieste, aereo travolto da uno stormo di uccelli costretto al rientro poco dopo il decollo (foto d’archivio Ansa)

TRIESTE – Un aereo, un Airbus 320 di Alitalia partito dal Trieste Airport di Ronchi dei Legionari in direzione di Roma Fiumicino, travolto da uno stormo di uccelli, è stato costretto a tornare in aeroporto poco dopo il decollo.

L’episodio è avvenuto questa mattina, mercoledì 26 settembre, intorno alle 11.10. Lo riferisce il quotidiano triestino “Il Piccolo”. Quando il velivolo, con un centinaio di persone a bordo, è giunto all’altezza di Lignano, all’interno della cabina si è sentito un forte scossone. Colpiti entrambi i motori, il pilota è stato costretto a tornare indietro.

Il bird strike non ha avuto conseguenze per i 98 passeggeri e per l’equipaggio. Lo rende noto Trieste Airport precisando che “l’aereo ha eseguito una procedura di rientro sulla pista per le opportune verifiche tecniche” dopo l’ingresso di alcuni volatili nel motore.Il volo è l’Alitalia AZ1358, che in seguito all’impatto con lo stormo è stato cancellato; i passeggeri sono stati riprotetti sul volo per Roma Fiumicino AZ1360 delle 15.35, “operato da Alitalia con un Airbus A321 dalla capienza di 200 posti”.