Trieste, ubriaco si schianta contro l’auto dei carabinieri: denuncia e patente ritirata

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 gennaio 2019 10:11 | Ultimo aggiornamento: 15 gennaio 2019 10:11
Trieste, ubriaco si schianta contro l'auto dei carabinieri: denuncia e patente ritirata

Trieste, ubriaco si schianta contro l’auto dei carabinieri: denuncia e patente ritirata (Foto Google Maps)

TRIESTE – Incidente nella notte tra lunedì e martedì 15 gennaio a Trieste. Un uomo del posto di 37 anni si è schiantato in macchina contro l’auto dei carabinieri. L’uomo, ubriaco, stava percorrendo la via Pauliana diretto verso la stazione ferroviaria alla guida della propria autovettura quando, sul viale Miramare, è finito contro l’equipaggio del Nucleo radiomobile dei Carabinieri di Trieste.

Nell’incidente due militari hanno riportato lesioni ed entrambi i mezzi sono stati danneggiati. L’uomo, dopo essere risultato positivo all’alcoltest, è stato denunciato e contestualmente gli è stata ritirata la patente di guida.

La guida in stato di ebbrezza è un reato previsto dall’ordinamento giuridico italiano. Nel 2008 e nel 2010 le sanzioni previste sono state inasprite. 

In caso di accertamento di un tasso alcolemico superiore a 0,5 ma inferiore a 0,8 grammi per litro, sono previste due sanzioni amministrative, il pagamento di una somma da 532 a euro 2.127 euro e la sospensione della patente di guida da tre a sei mesi. In caso di accertamento di un tasso alcolemico superiore a 0,8 ma inferiore a 1,5 grammi per litro, le sanzioni sono l’ammenda da 800 a 3.200 euro, l’arresto fino a sei mesi e la sospensione della patente di guida da sei mesi a un anno, oltre all’obbligo di visite mediche.

In caso di tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro, le sanzioni sono l’ammenda da 1.500 a 6.000 euro, l’arresto da sei mesi a un anno e la sospensione della patente da uno a due anni. Inoltre il veicolo utilizzato al momento del reato è soggetto a confisca amministrativa se appartiene al guidatore in stato di ebbrezza.