Trieste, il vicesindaco si difende: “Il clochard? Guadagna 1800 euro al mese”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2019 14:34 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2019 14:34
Trieste, il vicesindaco si difende: "Il clochard? Guadagna 1800 euro al mese" (foto Ansa)

Trieste, il vicesindaco si difende: “Il clochard? Guadagna 1800 euro al mese” (foto Ansa)

ROMA – Intervistato da “La Zanzara”, il vicesindaco di Trieste, il leghista Paolo Polidori, salito agli onori delle cronache per aver buttato delle coperte di un clochard, si difende: 

“E’ un barbone volontario, guadagna 1800 euro al mese, 60 al giorno. Ci guadagna a essere lì. Ogni giorno, me lo dicono i commercianti, andava a cambiare da loro i soldi raccolti. E’ una scelta remunerativa. E comunque sporcava la strada, quello era un bivacco, a un certo puntoi è spuntata una tenda vera e propria”.

“Mi hanno dipinto come un mostro – dice – ma non sono razzista. Abbiamo offerto al barbone due volte la possibilità di andare in una struttura ma ha sempre rifiutato. Sono passato di lì e pensavo che questa persona fosse andata via. Altrimenti non lo avrei fatto. Pentito? No, ma non mi sono spiegato bene. Se lo rifarei? Se non appartenessero a una persona quelle cose le toglierei di nuovo gli stracci abbandonati. Ho presunto che il barbone non fosse lì”.

5 x 1000

 “Mi sollecitavano anche i commercianti a intervenire – dice – perché non si può sopportare una scena così al centro di una città”. “Adesso – dice ancora- lo sto cercando. Se fosse disposto a entrare in un centro gli comprerei dei vestiti e lo inviterei a cena a casa mia”.