Trifone Ragone e Teresa Costanza, Giallo: “Il killer aveva un complice…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Maggio 2015 13:42 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2015 13:42
Trifone Ragone e Teresa Costanza,  la scena del delitto (foto Ansa)

Trifone Ragone e Teresa Costanza, la scena del delitto (foto Ansa)

PORDENONE – Dopo l’agguato, il killer di Trifone Ragone e Teresa Costanza, avrebbe attraversato il parcheggio per salire sulla macchina di un complice. Poi sarebbero fuggiti insieme. È questa l’ultima ipotesi, riportata da Giallo, degli investigatori che lavorano sul caso del duplice omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza, i fidanzati uccisi lo scorso 17 marzo nel parcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone.

“Il killer – scrive Gian Pietro Fiore di Giallo – dopo aver esploso i sei colpi di pistola calibro 7.65, avrebbe infatti attraversato il parcheggio per infilarsi all’interno di una macchina alla cui guida c’era un complice, che lo attendeva con il motore acceso. Il conducente avrebbe scelto un punto non coperto dalle telecamere per attendere l’arrivo del killer, il quale, una volta giustiziata la coppia di fidanzati, sarebbe salito in macchina (…)”.