Trifone Ragone e Teresa Costanza: una crostata al cioccolato, poi l’agguato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Marzo 2015 13:29 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2015 13:30
Trifone Ragone e Teresa Costanza: una crostata al cioccolato, poi l'agguato

Trifone Ragone e Teresa Costanza: una crostata al cioccolato, poi l’agguato

PORDENONE – “Ho una voglia improvvisa di crostata al cioccolato, quasi quasi la compro adesso che vado a fare la spesa”.

L’ultima ora della sua vita Teresa Costanza l’ha passata facendo la spesa, assecondando quella voglia di dolce improvvisa. Intorno alle 20 è stata freddata insieme al fidanzato, Trifone Ragone, nel parcheggio della palestra dove lui si allenava, a Pordenone. Dopo la sosta al supermercato, Teresa era andata a prenderlo.

A dire il vero in quella palestra era andata già intorno alle 18,30 per salutare il fidanzato e altri ragazzi che si trovavano lì: si conoscevano tutti. Una sigaretta, qualche chiacchiera. Teresa era normale, a un’amica aveva detto che voleva quel dolce quella sera.

E’ martedì 17 marzo. Alle 20 il fidanzato finisce di allenarsi, lei è già tornata dal supermercato Pam con la spesa sul sedile posteriore. Salgono in macchina, un amico li saluta: è l’ultimo a vederli in vita. Il misterioso killer spara prima a lui poi a lei, qualcuno fa in tempo a sentire un urlo strozzato di donna. Ma nessuno sente altro, nessuno vede l’assassino.