Cronaca Italia

Trifone Ragone e Teresa Costanza, Chi l’ha visto? e Pomeriggio 5 ricostruiscono chat su Fb

Trifone-Ragone-Teresa-Costanza-chat-Fb

Trifone Ragone e Teresa Costanza, Chi l’ha visto? e Pomeriggio 5 ricostruiscono chat su Fb

PORDENONE – “Sono l’amante di Trifone. E tu, Teresa, sei una cornuta”. E’ questo il genere di messaggi che Teresa Costanza avrebbe ricevuto su Facebook da un profilo anonimo, insieme a video hard e altri apprezzamenti infamanti verso il fidanzato Trifone Ragone. Le perizie informatiche hanno ricostruito che quei messaggi sono cominciati nel 2014, quando Trifone lasciò l’appartamento che condivideva con Giosuè Ruotolo e altri commilitoni per andare a convivere con Teresa.

La trasmissione Chi l’ha visto? ha provato a ricostruire la vicenda. I messaggi sono stati ripresi anche a Pomeriggio 5. Nella prima chat l’anonimo si presenta come l’amante di Trifone e cerca di screditare il militare agli occhi della ragazza. L’intento di chi scrive, secondo la Procura, è far dividere la coppia. Ma a quale scopo? E chi ne avrebbe tratto giovamento? Per gli investigatori si tratterebbe di Giosuè Ruotolo, unico imputato per il duplice delitto e condannato in primo grado.

La fidanzata di Ruotolo, Rosaria Patrone, ora accusata di favoreggiamento, istigazione e false attestazioni, secondo la Procura era a conoscenza di quella chat. E anzi, avrebbe aiutato a cancellare le tracce telematiche di tutto ciò. C’è poi un macabro dettaglio: dopo l’omicidio sarebbero scomparsi dalla mano di Teresa tre anelli.

Chi l’ha visto? però svela anche il contenuto di alcuni messaggi scambiati tra Giosuè e Rosaria la notte in cui Teresa e Trifone furono uccisi. Secondo gli inquirenti Ruotolo, quella sera si trovava nella stessa area delle vittime, la fidanzata Rosaria invece stava a mille chilometri di distanza. Quella notte, il 17 marzo, è lei a inviare un messaggio al compagno: “Amore hai fatto qualcosa che non mi hai detto?”. “Lo sai amore che ti dico sempre tutto”. risponde lui un’ora dopo.

 

To Top