Trifone Ragone-Teresa Costanza, testimone contro Ruotolo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Ottobre 2015 15:01 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2015 15:01
Trifone Ragone-Teresa Costanza, testimone contro Ruotolo

Trifone Ragone-Teresa Costanza, testimone contro Ruotolo

PORDENONE – “Ho visto Giosuè Ruotolo vicino la palestra di Pordenone dove sono stati uccisi Trifone Ragone e Teresa Costanza“.  Una nuova testimone spunta nel caso dell’omicidio dei due fidanzati a Pordenone. La testimone che ha fornito l’identikit di un uomo che si aggirava vicino al parcheggio della palestra la sera del delitto ha chiamato Chi l’ha visto? e raccontato quanto aveva visto. Un identikit che molto somiglia a Ruotolo, commilitone di Ragone e unico indagato al momento per l’omicidio.

Durante la puntata di Chi l’ha visto? in onda la sera del 21 ottobre la donna, che era in collegamento telefonico, ha raccontato quanto aveva visto la sera del delitto. La testimone era a passeggio con il suo cane, quando ha incrociato un ragazzo con un cappello in testa che con accento napoletano ha detto: “E’ dura la vita”. La signora ha fornito così un identikit che molto somiglia all’indagato, ma non è sicura che Ruotolo sia la persona vista quella sera, anche se molti dubbi sono stati sollevati anche dal fatto che Ruotolo sia di origine campana.

A insospettire gli agenti, aggiunge in un articolo il settimanale Giallo, anche il fatto che Ruotolo chiese ai suoi coinquilini di non rivelare agli investigatori di essere andato in palestra la sera del delitto, chiedendo di non parlare perché temeva per l’esito del concorso che il giovane militare aveva presentato per entrare nella Guardia di Finanza.