Trinitapoli: Pietro De Rosa morto, Luigi Muriglio ferito. Gli hanno sparato mentre erano in auto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 gennaio 2019 16:22 | Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2019 16:56
Trinitapoli (Bat), mezzogiorno di fuoco: si sfidano a colpi di pistola per strada, Pietro De Rosa morto

Trinitapoli, mezzogiorno di fuoco: si sfidano a colpi di pistola per strada, Pietro De Rosa morto (foto d’archivio Ansa)

TRINITAPOLI – Mezzogiorno di fuoco a Trinitapoli: Pietro De Rosa, di 41 anni, è stato ucciso con alcuni colpi di pistola alla testa, mentre un altro uomo, Luigi Muriglio, è rimasto ferito da sette proiettili in una sparatoria avvenuta la mattina del 20 gennaio a nel paese della BAT, in via Dei Liborni. 

Muriglio è ricoverato nell’ospedale di Barletta. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Vicino alla zona in cui è avvenuta la sparatoria sarebbe stata trovata una Fiat Croma di proprietà del ferito, crivellata di colpi d’arma da fuoco.

I due sono rimasti vittima di un agguato mentre erano in auto. I due uomini, dunque, non si sono sparati a vicenda come ipotizzato in un primo momento dagli investigatori. Stando alla ricostruzione dei fatti fornita dai carabinieri, verso mezzogiorno De Rosa e Muriglio erano in una Fiat Croma quando sono stati affiancati da un’altra autovettura, una Renault Clio, dalla quale è partita una raffica di colpi.

De Rosa è morto mentre Muriglio, che guidava l’auto, è rimasto gravemente ferito ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Barletta dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. I sanitari non hanno ancora sciolto la prognosi. Gli inquirenti in queste ore stanno ascoltando persone vicine alla vittima. Un valido aiuto alle indagini potranno fornirlo le telecamere di sicurezza nella zona.

Intanto a San Nicandro Garganico (provincia di Foggia) un pregiudicato di 58 anni è stato ferito a un braccio con una coltellata. Dopo essere stato ferito, l’uomo ha raggiunto con la propria auto la casa di alcuni parenti che hanno chiamato i soccorsi. In nottata il 58enne è stato operato all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo (Foggia) e le sue condizioni, a quanto si apprende, sono buone. Agli inquirenti il 58enne non ha fornito alcuna informazione utile sull’accaduto. Indagano i carabinieri.