Tromba d’aria a Camerota, tragedia sfiorata. Danni e raffiche di vento in tutto il Cilento

Pubblicato il 8 Novembre 2010 13:11 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2010 14:44

Maltempo in Veneto

Tragedia sfiorata nella notte tra domenica e lunedì a Camerota, nel Cilento, a causa del maltempo. Una tromba d’aria, abbattutasi sul centro della costa cilentana, ha infatti sradicato il tetto di un deposito dismesso, scaraventando le lamiere di copertura e numerose travi su alcune abitazioni adiacenti. Tre di esse sono rimaste danneggiate, mentre le famiglie che occupavano altre due abitazioni sono rimaste bloccate all’interno a causa dei detriti che sbarravano l’ ingresso.

E’ stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco e del personale della Protezione civile del Comune che hanno lavorato tutta la notte prima di liberare le famiglie. Nessun ferito, ma tanta paura tra le decine di residenti che si sono riversate in strada. ”La situazione è attualmente sotto controllo – ha commentato il responsabile della Protezione civile comunale Vincenzo Rubano – Nelle prossime ore potremo quantificare i danni causati dalla tromba d’aria. Grazie a Dio non ci sono feriti nè vittime”.

Raffiche di vento nel Cilento. Gravi i danni per le raffiche di vento anche a Sessa Cilento, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Ad essere colpita e’ stata soprattutto la frazione di Santa Lucia, dove le violentissime raffiche di vento hanno scoperchiato i tetti di alcune abitazioni private e mandato in frantumi vetri delle imposte. La furia del vento ha anche sradicato alcuni pali della luce con il seguente black out elettrico durato circa due ore.

5 x 1000

Tanta paura anche per gli automobilisti che transitavano sulla strada Provinciale 116, sempre nel Comune di Sessa Cilento, a causa della caduta di numerosi alberi che hanno provocato il blocco della circolazione automobilistica. ”Stiamo contando i danni – ha spiegato l’assessore alla Protezione Civile del Comune Giuseppe Della Greca – non ci sono feriti, ma abbiamo davvero temuto il peggio. Da questa notte sono all’opera gli uomini della protezione civile del Comune, quelli della Provincia e i vigili del Fuoco”. Intanto, e’ in corso il sopralluogo del funzionari del Comune per stilare un primo bilancio dei danni,che sono particolarmente ingenti.