Tromba d’aria a San Foca e Torre dell’Orso in Salento, alberi sradicati e turisti in fuga VIDEO

Violenta tromba d’aria si è abbattuta nel primo pomeriggio di oggi, martedì 16 agosto, nel tratto di costa tra San Foca e Roca in Salento. Il vento si è poi spostato verso Torre dell'Orso e Otranto. La Puglia è stata colpita in questo mese da eventi eccezionali di continuo. Dal punto di vista climatico è "il peggiore agosto del decennio" secondo la Coldiretti.

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Agosto 2022 - 18:53
puglia maltempo

Tromba d’aria a San Foca in Salento VIDEO: danni maltempo Puglia, per Coldiretti estate 2022 “la peggiore del decennio”

Tromba d’aria e fuggi fuggi di bagnanti in Salento sul litorale delle marine di Melendugno tra Roca, Torre Sant’Andrea, Torre dell’Orso e San Foca. Il vento ha sradicato alcuni alberi e divelto la segnaletica stradale. Ha danneggiato i dehors di alcuni locali e i pali delle luce, uno dei quali è caduto su un’auto. 

Il passaggio della tromba d’aria, proveniente dal mare, è durato alcuni secondi ma ha seminato il panico tra i tanti bagnanti. Il forte vento ha infranto i vetri di alcune strutture, ha fatto volare alcuni cassonetti della spazzatura, i lettini e gli ombrelloni di alcuni lidi.

Intorno alle 15:30 il ciclone si è spostato un po’ più a Sud verso Otranto. Grande paura tra i bagnanti che hanno abbandonato le spiagge in un fuggi fuggi generale. Il vento fortissimo ha addirittura divelto le coperture di alcuni edifici.

Coldiretti: “Agosto 2022 il peggiore del decennio”

Questo mese di agosto è caratterizzato da grandinate, tempeste di fulmini, tornado e nubifragi improvvisi che stanno interessando tutte le province pugliesi. Questi fenomeni sono aumentati del 1300% di questi eventi rispetto all’inizio della decade. A dirlo è l’analisi della Coldiretti Puglia  sulla base dei dati dell’European Severe Weather Database (Eswd).

La Coldiretti ha stilato un elenco del maltempo che ha colpito la regione. Tornado a Molfetta, Montesano Salentino e oggi a San Foca e Torre dell’Orso. Violenti nubifragi e grandinate a Torremaggiore e Cerignola in provincia di Taranto. E ancora: Grottaglie (Taranto), Ginosa (Lecce), Laterza e Manduria (Taranto), Leverano (Lecce), Erchie e a Francavilla Fontana (Brindisi), Santeramo e Gioia del Colle (Bari) con trombe d’aria e tempeste di fulmini. Qui sono caduti chicchi di ghiaccio enormi che hanno sdradicato alberi, lesionato aziende, provocato allagamenti ed esondazioni, con agriturismi rimasti isolati per le tempeste di fulmini che hanno colpito gli impianti elettrici.

Allagamenti, raccolti devastati, frane, smottamenti e grandine

Campi allagati, raccolti devastati ma anche frane e smottamenti sono gli effetti del maltempo rilevati nelle campagne dal monitoraggio della Coldiretti con la grandine che è stata l’evento climatico più grave per i danni irreversibili che ha provocato ai raccolti.