Truffa ai danni di Mps: perquisizioni a Milano, Monza e Siena

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 marzo 2014 11:54 | Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2014 11:54

montepaschiROMA – Perquisizioni a Milano, Monza e Siena da parte della guardia di finanza per una truffa milionaria ai danni del Monte dei Paschi di Siena. L’attività investigativa trae origine da operazioni sospette che chiamano in causa la società Enigma. Alcuni broker di tale società sono già indagati nel filone sulla cosiddetta banda del 5 per cento.

Le perquisizioni sono a carico di persone non indagate e sono finalizzate alla ricerca di prove documentali della truffa a carico di Mps ipotizzata dai pm di Siena. L’inchiesta sulla “banda del 5 per cento” (cosiddetta perché su ogni operazione significativa pretendeva tale percentuale) ha 11 indagati, tra i quali ex dirigenti e funzionari di Mps e broker della società Enigma securities di Londra. La truffa ai danni della banca è stimata in circa 90 milioni di euro, circa la metà dei quali sottoposti a sequestro.

Una delle perquisizioni disposte dai pm di Siena nell’inchiesta sulla truffa a Mps si svolge a Milano, negli uffici di Centrosim, società di intermediazione mobiliare con controllo esclusivo da parte dell’Istituto centrale delle Banche popolari italiane