Roma: tubature congelate e carenza idrica, i consigli di Acea contro il grande freddo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 febbraio 2018 8:54 | Ultimo aggiornamento: 28 febbraio 2018 8:54
(foto d'archivio Ansa)

(foto d’archivio Ansa)

ROMA – In questi giorni di freddo, neve e ghiaccio in diversi quartieri di Roma si sono registrati episodi di carenza d’acqua o di tubature congelate.

“La mancanza idrica potrebbe essere dovuta anche solo al congelamento dell’acqua presente nelle tubature private. In questi casi il problema si risolverà con l’innalzamento delle temperature”, sottolinea Acea Ato 2 che fin dalle prime ore di oggi è al lavoro per risolvere i disagi alla cittadinanza.

Una soluzione in evoluzione che potrebbe ripetersi anche domani. Per evitare un peggioramento della situazione, Acea Ato 2 ribadisce l’invito a proteggere i misuratori.

“Si consiglia di utilizzare materiali isolanti, i più adatti sono il polistirolo e il poliuretano espanso che isolano efficacemente gli apparecchi dall’ambiente esterno. – sottolinea l’azienda – Attenzione a non utilizzare giornali o panni in stoffa che, assorbendo acqua e umidità, rischiano di peggiorare la situazione, è importante altresì
proteggere le tubature all’aperto di entrata e uscita contatore. Si consiglia anche di tenere aperto, in caso di brusco abbassamento della temperatura al di sotto dello zero gradi centigradi, il rubinetto di utilizzazione più vicino al contatore, alla bocca di erogazione o al tubo di ingresso idrico nello stabile, per evitare il congelamento e la conseguente rottura delle tubazioni”.