Turista su TripAdvisor: “Bastonato dall’albergatore”. Lui: “Figlia ha fatto pipì davanti all’hotel”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 agosto 2018 20:08 | Ultimo aggiornamento: 28 agosto 2018 20:08
Turista accusa albergatore di averli bastonati. Lui risponde così

Turista su TripAdvisor: “Bastonato dall’albergatore”. Lui: “Figlia ha fatto pipì davanti all’hotel”

AOSTA – Ai turisti che lo accusano di averli bastonati in una recensione su TripAdvisor, l’albergatore si difende: “La figlia ha fatto pipì davanti al mio hotel”. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] A raccontare l’episodio una viaggiatrice sudafricana diretta in Svizzera e costretta nella notte del 18 agosto ad uno stop forzato ad Aosta, dopo la rottura dell’auto a pochi chilometri dal confine elvetico del colle del Gran San Bernardo.

“Abbiamo chiesto all’hotel Mignon se nostra figlia potesse usare il bagno visto che era disperata. (L’albergatore – ndr) ha rifiutato e ha detto che non eravamo ospiti. Mia figlia stava per bagnarsi e mio marito l’ha portata nel posto che ha trovato più lontano dall’albergo per fare il suo urgente bisogno. L’uomo si è presentato con un bastone e ha picchiato mio marito sulla schiena causandogli un grave infortunio”, racconta Audrey Goodridge nella sua recensione dell’albergo due stelle, posto a pochi passi dal centro del capoluogo valdostano. La donna allega due foto: una della schiena del marito e l’altra dell’albergatore che brandisce un bastone.

La famiglia era stata portata lì dal soccorso stradale: “Quando sono arrivati in hotel – replica sempre su Tripadvisor l’albergatore Paolo Maccari – hanno richiesto una family room per 4 persone, mentre noi avevamo solamente le 2 matrimoniali prenotate per loro dallo stesso soccorso stradale al prezzo di 90 euro l’una, colazione inclusa. Quindi hanno discusso tra loro per ottenere un prezzo inferiore, tanto che hanno trovato una camera quadrupla a 150 euro, in un albergo di Saint-Rhémy-en-Bosses distante una trentina di chilometri, così che avevano il problema di trovare un taxi per condurli a Saint-Rhémy-en-Bosses e hanno provato a chiedere a noi per prenotarlo. A quel punto abbiamo chiesto all’autista se poteva portarli via e il papà con la figlia hanno girato l’angolo dell’albergo per fare i loro bisogni. Gente del genere dovrebbe vergognarsi altro che criticare il nostro comportamento”, rincara il proprietario dell’albergo Mignon, senza fare alcun riferimento all’aggressione.

“Mia figlia di 7 anni è stata terribilmente traumatizzata”, ha aggiunto la turista. Un racconto che però non convince completamente l’associazione degli albergatori Valle d’Aosta, che ha svolto alcune verifiche: “A quanto risulta a noi non c’è alcuna denuncia, non ho chiamato l’interessato e quindi non sono in grado di dire se corrisponde al vero o al falso”, commenta il presidente Filippo Gerard. “Il rispetto è alla base di tutto e se si chiede rispetto lo si deve dare anche all’albergatore – prosegue – se uno fa fare i bisogni del figlio davanti a un albergo si mette in una posizione in cui può succedere di tutto”.