Turista pestato al ristorante: “Sono albanese, ti sgozzo”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2015 12:52 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2015 12:54
Turista pestato al ristorante: "Sono albanese, ti sgozzo"

Turista pestato al ristorante: “Sono albanese, ti sgozzo”

VENEZIA – “Tu non sai chi sono io. Sono albanese e posso tagliarti la gola”. Così gli avrebbe detto prima di sferrargli un pugno in faccia. Il primo di una lunga scarica di botte, insieme ad un numero imprecisato di complici. A raccontarlo al quotidiano Il Gazzettino è stata la stessa vittima, Gunther Van Eyck, turista belga tutt’ora ricoverato all’ospedale Civile di Venezia.

Il pestaggio è avvenuto lunedì in campo San Zulian a Venezia, a pochi passi dal ristorante Casanova. Tutto è nato da un’ordinazione sbagliata: aveva chiesto una bistecca in salsa bernese ma gliene hanno portata una al pepe.

Questo il racconto del turista al Gazzettino:

“Il cameriere riconosce l’errore e la porta via per cambiarla. Dopo dieci minuti, però, ci arriva la stessa bistecca, ripulita, con un’altra salsa sopra, che non è la bernese. Una salsa cattiva, amara… Mia moglie non riesce a mangiarla. A quel punto chiediamo il conto e per la bistecca ci chiedono 28 euro. Ribatto che non è corretto. Che quella non era una bistecca alla bernese. Il cameriere mi risponde che a Venezia quella è la bernese. Io ribatto che la bernese è uguale dappertutto, come il cappuccino.

A quel punto interviene un uomo, immagino il proprietario, che mi guarda male. “Zitto, abbassa la voce nel mio ristorante”, mi dice. Io rispondo che sono il cliente. E lui: “Tu non sai chi sono io. Sono albanese. E posso tagliarti la gola” mi dice facendo il gesto con la mano. Poi mi tira un pugno violento all’occhio. Cado a terra, fuori. Arrivano gli altri, mi colpiscono con pugni calci. Non so quanti erano, non so quanto è durato…»…