Turisti gay si lamentano del conto: insulti omofobi in un ristorante a Marzamemi

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Agosto 2020 9:45 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2020 11:17
Turisti gay si lamentano del conto: insulti omofobi al ristorante a Marzamemi

Turisti gay si lamentano del conto: insulti omofobi in un ristorante a Marzamemi (Foto Ansa)

Ancora un caso di omofobia in Italia. Tre turisti gay aggrediti in un ristorante in Sicilia. La denuncia dell’Arcigay Siracusa.

Il fatto è avvenuto a Marzamemi, borgo marinaro di Pachino. Vittime degli insulti omofobi tre turisti gay che si trovavano a cena con la loro guida.

Secondo quanto riferisce l’Arcigay a fine cena i tre avrebbero mosso delle critiche sulla qualità del cibo rispetto al conto ritenuto un po’ esoso. Il titolare del ristorante li ha attaccati per il loro orientamento sessuale.

“Puppo di merda”, gli ha detto che in siciliano vuol dire appunto gay.

“Un fatto increscioso che insulta l’intera comunità Lgbt+ in uno splendido posto come Marzamemi”, osserva la presidente di Arcigay Siracusa, Lucia Scala.

“È inaccettabile che un noto ristorante si possa permettere il lusso di insultare per il proprio orientamento sessuale dei clienti che non hanno gradito né la cena né il servizio ricevuto e che il concetto omofobo venga ripetuto con ironia anche a seguito di una recensione negativa”.

“In particolare uno degli ospiti ha spiegato educatamente ed in disparte al proprietario la propria delusione. Il proprietario ha insultato i commensali pretendendo l’immediato pagamento e l’abbandono del locale da parte dei ragazzi”.

Amareggiati i tre ragazzi  si sono arresi: se ne sono andati, incassando l’umiliazione subita. Accade proprio mentre in Parlamento si discute dell’approvazione del Ddl Zan contro l’omofobia.

“Ecco perché c’è bisogno più che mai di una legge a tutela – conclude Scala – affinché chi si permette di puntare il dito, offendere e schernire degli esseri umani per il proprio orientamento sessuale venga punito”. (Fonte: Ansa).