Predosa, la confessione del figlio omicida: “Venite, ho fatto del male a mia madre”

Pubblicato il 14 luglio 2010 12:23 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2010 12:32

Tranquillo, come se raccontasse un fatto di cui era stato testimone, Pierluigi Sommo, 36 anni, ha confessato al magistrato di avere ucciso la madre Franca Pisano, 72 anni. Il delitto è avvenuto ieri pomeriggio nel tinello della casa di Predosa dove vive la famiglia, mentre il padre Carlo era fuori.

Franca Pisano stava guardando la televisione quando il figlio l’ha colpita con un coltello da cucina alla schiena e poi al torace. Ha cercato di difendersi con un braccio, ma il secondo colpo è stato mortale. Subito dopo il giovane ha chiamato i soccorsi e i carabinieri: ”Venite, ho fatto del male a mia madre”.

Dieci minuti prima aveva parlato al telefono con un amico, passandogli la madre per salutarlo. Pierluigi Sommo soffriva di crisi depressive, da alcuni giorni era in malattia perché non si sentiva bene. L’altra sera è uscito con un amico, poi si è allontanato da solo, raggiungendo un bosco nella zona di Molare, nell’Ovadese.

Ritrovato in mattinata dai carabinieri, era stato accompagnato in ospedale, dove gli era stata prescritta per oggi una visita specialistica. Una volta rientrato a casa ha pranzato con i genitori. A metà pomeriggio l’omicidio.

Arrestato, Pierluigi Sommo è ora rinchiuso nel carcere Don Soria di Alessandria. L’udienza di convalida si terrà probabilmente domani.