Uccide moglie poi tenta suicidio a Lumezzane (Bs)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Settembre 2015 9:46 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2015 11:27
Uccide moglie poi tenta suicidio a Lumezzane (Bs)

Uccide moglie poi tenta suicidio a Lumezzane (Bs)

BRESCIA – Ha ucciso a coltellate la moglie e ha poi tentato il suicidio ingerendo alcune pastiglie. Tragedia familiare  a Lumezzane, in provincia di Brescia. La donna è morta, mentre l’uomo è attualmente in ospedale in condizioni critiche nel reparto di terapia intensiva.

La vittima, Natalina Badini, aveva 70 anni . È stata accoltellata dal marito Bruno Caprioli, di 76 anni, ricoverato in ospedale per intossicazione dopo che ha tentato il suicidio ingerendo alcuni farmaci.

Natalina Badini era malata da tempo. Sarebbe stato proprio l’anziano ad avvertire al telefono il figlio: “Ho ucciso la mamma” avrebbe detto prima di tentare di farla finita. Ora è ricoverato in terapia intensiva agli Spedali Civili di Brescia.