Uccidono africano in rissa a Roma, arrestati due stranieri

Pubblicato il 26 Novembre 2011 9:36 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2011 10:19

ROMA – Due cittadini nordafricani sono stati arrestati dalla polizia la scorsa notte a Roma per aver ucciso a coltellate un altro africano durante una lite avvenuta ieri, intorno alle 23, in piazzale Prenestino. I due arrestati, un tunisino e un libico, sono stati fermati dagli agenti delle Volanti mentre erano a bordo di un autobus.

La vittima, di 23 anni, e’ morta in ospedale in seguito alle ferite all’addome, alla schiena e al torace. Oltre ai due arrestati, uno minorenne e un altro di 28 anni, altre persone poterebbero essere state coinvolte nella rissa che sarebbe scoppiata per futili motivi.

Subito dopo l’episodio, gli equipaggi delle Volanti avevano effettuato una serie di controlli e, a bordo di uno degli autobus pubblici in transito nella zona, gli agenti hanno notato due stranieri, di cui un tunisino minorenne ed un libico di 28 anni, che corrispondevano alle descrizioni raccolte: uno dei due e’ stato trovato in possesso del coltello ed entrambi sono stati poi arrestati per omicidio.

Le Volanti della Questura, coordinate dalla Sala Operativa, avevano ‘cinturato’ l’intera zona, bloccando tutte le vie di uscita e procedendo al controllo di altre persone, veicoli ed attivita’ commerciali in zona. Sono in corso le indagini della Squadra Mobile per l’identificazione di eventuali altre persone coinvolte nell’omicidio.