Uccisa Allison Owens: domiciliari a Pietro Stefanoni

Pubblicato il 18 ottobre 2011 15:11 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2011 15:13

AREZZO – Concessi gli arresti domiciliari a Pietro Stefanoni, il rappresentante di 56 anni che il 2 ottobre a San Giovanni Valdarno investi' in auto, uccidendola, l'americana Allison Owens, senza fermarsi a prestarle soccorso. Il gip Andrea Claudiani ha revocato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere su richiesta del pm Marco Dioni che ha ritenuto non sussistere piu' il pericolo di inquinamento delle prove, disponendo l'arresto a casa.

Stefanoni era in carcere a Firenze dal 7 ottobre quando, accompagnato dall'avvocato Francesco Maresca, si era costituito presso la caserma dei carabinieri di San Giovanni Valdarno. Il 10 ottobre il gip aveva convalidato l'arresto disponendone la misura di custodia cautelare in carcere. Omicidio colposo e omissione di soccorso le ipotesi di reato che gli sono state contestate.