Ucciso da cinghiale? No, da pallottola. Giallo a Frosinone

di Edoardo Greco
Pubblicato il 10 Settembre 2015 18:21 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2015 18:22
Ucciso da cinghiale? No, da pallottola. Giallo a Frosinone

Ucciso da cinghiale? No, da pallottola. Giallo a Frosinone

FERENTINO, FROSINONE – Luciano Bondati non è stato ucciso da un cinghiale ma da un pallettone da caccia. L’uomo, trovato alle 11 di mattina in una pozza di sangue non lontano dalla sua casa (in località Parete a Ferentino, provincia di Frosinone) è stato trasportato all’obitorio di Frosinone, dove i medici hanno scoperto che a provocare l’emorragia che ha ucciso Bondati è stato un palettone conficcato nella gamba.

Inizialmente era stata avanzata l’ipotesi dell’aggressione di un cinghiale, animale che con i suoi 80-150 kg di peso e con le sue zanne di 15-20 centimetri può risultare letale.

Bondati era cacciatore e al momento l’ipotesi ritenuta più probabile è che a causare la sua morte sia stato un incidente di caccia. Ma nella zona non è questo il periodo della caccia al cinghiale.