Udine, cadavere nel bagno del treno Venezia-Trieste: ipotesi suicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Agosto 2019 9:59 | Ultimo aggiornamento: 2 Agosto 2019 9:59
Un treno

Un treno (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Lo hanno trovato morto nel bagno del treno. Il bagno dell’ultimo vagone di un treno regionale. Tutto è successo nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 1 luglio, intorno alle 19, sul treno regionale Venezia-Trieste. A trovare il cadavere nel bagno dell’ultimo vagone del treno un addetto alle pulizie. La tragica  scoperta è stata fatta solo qualche minuto prima che il regionale entrasse nella stazione di Latisana, in provincia di Udine.

Secondo una prima ricostruzione la vittima è un tossicodipendente. Ma dell’uomo ancora non si conoscono le generalità.

Il treno è rimasto fermo un paio d’ore in stazione per permettere l’intervento degli Agenti della Polfer di Cervignano e del personale del 118 dell’ospedale di Latisana. La circolazione per gli altri treni è proseguita sugli altri binari e ha subito solo minimi disagi. 

Il personale medico che è salito a bordo del treno fermo in stazione ha potuto solo constatare il decesso dell’uomo. Decesso – racconta il Messaggero Veneto – legato a un gesto estremo, avvenuto con molta probabilità quando ancora il treno si trovava nella stazione di Venezia Santa Lucia. Da lì il treno era partito alle 16.41 per giungere a Latisana intorno alle 17.48. 

Fonte: Il Messaggero, Il Messaggero Veneto, Il Gazzettino.