Udine, due maestre sospese per 8 mesi: insulti, botte e umiliazioni ai bimbi dell’asilo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Dicembre 2019 19:33 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2019 19:33
Udine, due maestre sospese per 8 mesi: insulti, botte e umiliazioni ai bimbi dell’asilo

Maestre violente all’asilo (foto ANSA)

UDINE – Urla, atteggiamenti aggressivi e minacciosi, parole offensive e strattoni. Così due maestre di una scuola dell’infanzia della provincia di Udine, ora sospese per 8 mesi dall’insegnamento, avrebbero trattato i bambini, creando in classe un clima di umiliazione e mortificazione. Arriva dal Friuli la nuova, ennesima, storia di presunti maltrattamenti in aula. Una storia che si ripete in ogni angolo del Paese, in provincia di Udine come in Sardegna dove un’altra maestra di una scuola dell’infanzia del Nuorese, già sospesa in via amministrativa dal Miur lo scorso giugno, è stata interdetta per un anno dall’insegnamento con provvedimento firmato stavolta dalla magistratura.

Le indagini – condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Udine, coordinata dalla Procura del capoluogo friulano – sono state avviate dopo la segnalazione all’assistente sociale da parte di una mamma la cui figlia si rifiutava di andare a scuola. La donna si era insospettita dopo che la bimba le aveva fatto racconti di particolari punizioni che, però, non hanno trovato alcun riscontro dalla Polizia. L’assistente sociale si era quindi rivolta alla Questura di Udine. Nel corso delle indagini gli investigatori hanno sentito numerosi genitori i quali hanno raccontato di punizioni e offese rivolti ai propri figli da parte di due maestre.

Dalla visione delle immagini delle telecamere installate, sono stati riscontrati diversi casi in cui le due maestre offendevano i bambini verbalmente con epiteti e minacce, in italiano e talvolta in friulano. In altre occasioni i bimbi sarebbero stati sviliti, umiliati e irrisi davanti ai compagni per come avevano svolto i compiti o per essersi sporcati. A una delle due insegnanti in particolare vengono anche contestati episodi di lievi maltrattamenti fisici con bimbi strattonati. In un caso, in particolare, un bimbo sarebbe stato afferrato per un orecchio e strattonato per alcuni metri. Atteggiamenti di irritazione sarebbero stati assunti anche nei confronti di alcuni bimbi stranieri che, probabilmente a causa delle difficoltà linguistiche, non comprendevano le disposizioni.

Gli elementi raccolti hanno indotto il Gip del tribunale di Udine a emettere, su richiesta della Procura, un’ordinanza applicativa della misura della sospensione dall’insegnamento per 8 mesi nei confronti di entrambe le maestre. E erano partite dalle denunce di alcuni genitori e dalla visione delle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza installato a scuola dai Carabinieri anche le indagini che hanno portato all’interdizione dall’insegnamento per un anno di una maestra della scuola dell’infanzia di Santa Maria Navarrese (Nuoro). L’insegnante era già stata sospesa in via amministrativa da parte del Miur lo scorso giugno perché indagata, insieme a una collega, per maltrattamenti su alcuni alunni. In una nota i militari riferiscono di “urla e punizioni ingiustificate ed eccessive in relazione alla tenerissima età dei bambini loro affidati”. 

Fonte: ANSA.