Protesta dell’università: “flash mob” a Firenze, a Pisa occupato l’aeroporto

Pubblicato il 24 Novembre 2010 16:28 | Ultimo aggiornamento: 24 Novembre 2010 21:05

Le proteste contro il ddl Gelmini sulla riforma dell’Università, in discussione in parlamento, ha scatenato proteste e non solo a Roma ma anche in varie città d’Italia.

Roma. Alcuni studenti e docenti di Roma Tre, uno degli atenei della capitale, hanno manifestato sul tetto del rettorato dell’Università.

Firenze. Una lunga catena umana per circondare, in un simbolico abbraccio, il rettorato dell’università. Questo il ‘flash mob’ organizzato oggi dal coordinamento dei ricercatori dell’ateneo fiorentino contro il disegno di legge Gelmini in discussione al Parlamento. Circa 100 i partecipanti che dopo aver anche attraversato, formando una catena umana, piazza San Marco, sono stati ricevuti dal rettore, professor Alberto Tesi. ”Vi sono vicino – ha detto il rettore Tesi – e anche voi dovete essere vicini all’università. E’ un momento difficile, ognuno deve fare la propria parte”.

Pisa. L’operatività dell’aeroporto ‘Galilei’ è stata temporaneamente sospesa in seguito all’occupazione da parte di alcune centinaia di studenti universitari dei piazzali adiacenti alle piste. Gli occupanti si sono staccati improvvisamente dal corteo costituito da almeno altri 2 mila studenti e attraverso il magazzino merci hanno fatto irruzione sul piazzale. Gli altri studenti che non sono riusciti ad entrare dentro l’aeroporto si trovano ora all’interno dell’aerostazione e tutti i varchi aeroportuali sono stati chiusi per sicurezza.

5 x 1000

Siena. Un centinaio di studenti dell’Ateneo e dell’Università per stranieri ha occupato per circa tre quarti d’ora due binari della stazione senese. Esposto uno striscione con scritto, in italiano e altre sette lingue, ‘No ai tagli all’universita”’. Sul posto sono intervenuti polfer, digos, una volante e carabinieri. Durante l’occupazione il traffico ferroviario è rimasto bloccato su tutti i binari della stazione. Due i treni regionali, della linea Empoli-Siena, cancellati, secondo quanto spiegato dalle Fs.

Trieste. Alcuni studenti, ricercatori e professori associati sono saliti oggi sul tetto del Dipartimento di Fisica dell’Università. I manifestanti – circa una cinquantina, secondo quanto riferito da uno dei ricercatori in protesta – hanno issato alcuni striscioni e intendono seguire direttamente dal tetto del Dipartimento, che fa parte del campus centrale dell’ateneo giuliano, i lavori della Camera. Il rettore dell’Università Francesco Peroni, a Roma per impegni istituzionali, ha contattato i manifestanti e ha espresso loro la propria vicinanza.