Università, il rettore di Pisa difende il collega di Firenze: “Da Gelmini attacco scomposto”

Pubblicato il 30 Novembre 2010 9:18 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2010 11:06

”Sono stupito e preoccupato dell’attacco che il ministro Gelmini ha fatto al rettore di Firenze Alberto Tesi. Qui si tocca l’autonomia universitaria”. Intervistato da Repubblica, il rettore dell’ateneo di Pisa Massimo Augello difende il collega fiorentino che ha invitato i docenti a non fare lezione oggi, nel giorno in cui alla Camera riprende la discussione sulla riforma Gelmini dell’Università.

”Al di là di ciò che penso io della riforma – prosegue il rettore, che pure ha sospeso per un giorno la didattica – è importante dare agli studenti la possibilità di manifestare un dissenso”. Per Augello le dichiarazioni del ministro Gelmini – che ieri ha definito quello del rettore di Firenze ”un comportamento inaccettabile e inqualificabile di chi vuole conservare i propri privilegi” – ”sembrano senza logica” perché, spiega, ”proprio la riforma dà più potere ai rettori”.

”Ci possono essere stati degli sprechi – aggiunge il rettore – e chi ha sbagliato deve pagare”, ma ”sono stufo di quell’immagine caricaturale che si tenta di dare al mondo accademico. Sembra quasi che sia stata preparata una campagna mediatica di discredito per favorire il passaggio della riforma. Non si guarda alla sostanza”, ovvero ”dove si vuole portare questo Paese che investe l’1% del Pil nella ricerca e dove da anni si tagliano le risorse alle università”.

[gmap]

5 x 1000