Va in ospedale per dolore anca: dimesso, muore giorno dopo

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Ottobre 2015 19:42 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2015 19:42
Va in ospedale per dolore anca: dimesso, muore giorno dopo

Va in ospedale per dolore anca: dimesso, muore giorno dopo

LECCE – Venerdì si era recato al Pronto Soccorso lamentando un dolore alla gamba, che persisteva da diversi giorni. Lo hanno visitato e dimesso dopo avergli somministrato un antidolorifico. Sabato mattina i genitori lo hanno trovato privo di sensi nella sua stanza. E’ morto così Emanuele Levante, 25 anni di Novoli, in provincia di Lecce. Sul caso indaga la Procura salentina che ha aperto un fascicolo di inchiesta, al momento contro ignoti, in seguito alla denuncia dei familiari del ragazzo.

I pm cercheranno di accertare le esatte cause del malore e le eventuali responsabilità per la sua morte: l’ipotesi di reato è di omicidio colposo. Secondo quanto denunciato dal padre del ragazzo, Emanuele si era recato all‘ospedale Vito Fazzi di Lecce, venerdì sera. Accusava un dolore all’anca, che durava da almeno tre giorni. Il medico di turno del Pronto Soccorso, dopo averlo visitato, lo ha rimandato a casa prescrivendogli un antidolorifico. La mattina seguente, sempre secondo il racconto del padre, il ragazzo si sarebbe alzato per fare colazione e poi sarebbe tornato a letto perché spossato dal dolore.

L’uomo ha raccontato di averlo sentito rantolare nel letto per poi ritrovarlo a terra, privo di conoscenza. Inutile la disperata corsa in ospedale: Emanuele è arrivato in arresto cardiaco e i medici non sono riusciti a rianimarlo. Nei prossimi giorni il magistrato affiderà l’incarico per l’autopsia.